Registrare di nascosto telefonate e conversazioni… davvero si può?

Registrare di nascosto telefonate e conversazioni… davvero si può?

Sì: puoi registrare una conversazione, telefonica o dal vivo, senza nemmeno avvisare chi ti parla.

Ci sono due condizioni:

devi essere parte del dialogo e non puoi registrare nei luoghi di “privata dimora” del tuo interlocutore, cioè casa sua o il suo ufficio riservato (in quei casi entreresti nel mondo delle intercettazioni, che spettano solo alle autorità).

non puoi lasciare un registratore o un telefonino acceso in una stanza dove si svolge una riunione a cui non sei presente.
Puoi invece registrare la tua chiacchierata col collega, il vicino, il capoufficio.

Secondo la Cassazione, infatti, chi parla accetta il rischio di essere registrato e la registrazione fissa, su una memoria elettronica, un fatto che fa già parte del tuo vissuto: è come un appunto che potresti scrivere sulla carta.

Attenzione: non puoi diffondere l’audio, ma puoi usarlo per fare querela o comunque tutelare i tuoi diritti in un giudizio facendolo ascoltare a un giudice, un carabiniere o un poliziotto. Tutto questo vale anche per le video conferenze.

Articoli correlati