Ti hanno assolto? L’avvocato te lo paga lo Stato

Ti hanno assolto? L’avvocato te lo paga lo Stato

Se sei stato assolto con una sentenza diventata irrevocabile (cioè quella che mette fine al tuo processo) hai diritto al rimborso delle spese legali: quelle pagate al tuo avvocato difensore.

Parliamo di processo penale e puoi avere l’assoluzione per diversi motivi:

– perché il fatto non sussiste
– perché non hai commesso il fatto
– perché il fatto non costituisce reato
– perché il fatto non è previsto dalla legge come reato

Se una di queste formule corrisponde a quella riportata sulla tua sentenza di assoluzione, ecco che hai diritto a un rimborso delle spese legali fino a un massimo di 10.500 Euro.

C’è un caso in cui questo diritto si perde: se, in quello stesso processo, hai già avuto il patrocinio legale a spese dello Stato.
La Costituzione stabilisce infatti che tutti hanno diritto alla difesa e questo tipo di patrocinio è dato a chi non avrebbe i soldi per pagare l’avvocato. Il concetto è semplice: se hai avuto la difesa gratuita non puoi avere un rimborso su spese che non hai sostenuto.

Per avere materialmente il rimborso, bisogna seguire una particolare procedura informatica sul sito www.giustizia.it; per completarla è necessario avere le credenziali Spid.

Tutto questo è stato chiarito dal D.M. Giustizia 20 dicembre 2021.

Articoli correlati